Luca Quercio e la retta via

Innamorato Pazzo

Io sono Luca Quercio e oggi vi racconterò la storia di come sono diventato buono.

Era una fredda sera d’inverno, tornato dal mio lavoro d’autista T>per sentii mancarmi le forze e ‘caddi come corpo morto cade’. E come d’incanto mi ritrovai nel mio autobus tutto solo alla fermata dove salirono delle creature vestite di bianco che mi chiesero chi fossi ed io risposi loro con stupore che ero niente popo’ di meno che Luca Quercio. La creatura mi disse che per le mie cattive azioni compiute in precedenza (ad esempio non aspettare le persone alla fermata) mi dovevo redimere con una buona azione.

Mi risveglia e andai a fare una donazione agli autobus di Bologna.

 

Mario, Francesco, Davide, Angela  II A